LUNARI DAL NOS 2023 – LA NOSA STORIA

Dopo un lungo lavoro siamo lieti di annunciarvi che sta per andare in stampa il nuovo Lunari dal Nos 2023. El Brenz riprende la tradizione con questa edizione che ha come destinatari principali i giovani dagli 11 ai 14.

Ecco a voi i dettagli del progetto

LUNARI DAL NOS 2023 – LA NOSTRA STORIA

(VAL DI NON E VAL DI SOLE)

Il “Lunari dal Nos”, giunto alla 5^ edizione, nasce dall’idea di proporre un nuovo strumento che, oltre a valorizzare le parlate retoromanze delle Valli del Noce, possa essere un ulteriore ponte di collegamento tra le genti anauniche (popolazioni delle Valli di Non e Sole). Il calendario è infatti strutturato utilizzando i 4 ceppi linguistici principali partendo con il “Pegaes” e a seguire il “Solander”, il “Rabies” e il “Nones”.

L’IDEA

In quest’edizione 2023 abbiamo voluto raccontare la storia e la cultura del nostro territorio attraverso il linguaggio delle immagini: il fumetto.

Il progetto si è sviluppato grazie alla collaborazione di un amico fumettista, Aritz Vieites Ezeizabarrena, dei paesi Baschi, già noto per le sue illustrazioni in progetti dedicati alla storia e alla lingua minoritaria del suo Paese. La sinergia con Tomas Menapace, talentuoso grafico della Val di Sole, ha prodotto un magnifico lavoro che porta su carta la passione e l’amore per le nostre Valli.

I DESTINARI PRINCIPALI

Utilizzando un supporto che rimane in vista per tutto l’arco dell’anno, vogliamo stimolare la curiosità e la consapevolezza dei ragazzi delle scuole medie delle Valli del Noce, all’importanza della ricerca e della conoscenza delle proprie radici. Infatti, il Lunari dal Nos 2023 verrà donato agli istituti scolastici, con l’auspicio che attraverso un linguaggio più vicino ai giovani, possa far nascere un vivo interesse per la storia, la cultura e la lingua dei nostri territori.

LA STRUTTURA

La struttura è tratta dalla narrazione del documentario “Fioi dal Nos” che, avendo come filo conduttore il fiume Noce, racconta la geografia e la storia delle valli per giungere al tema dell’identità. Partendo dalle

sorgenti del Noce, si viaggia nell’ambiente naturale e si rivivono le epoche storiche salienti che hanno plasmato ciò che ora noi siamo. La poesia conclusiva è una dedica che vuole toccare il cuore delle genti anauniche.

Rispondi